Privacy Policy Cookie Policy

Damn Yankees

Damn Yankees - cinemAnemico

Venerdì 7 ottobre 21.30

DARK HORSE

Regia di Todd Solondz. Un film con Justin Bartha, Selma Blair, Zachary Booth, Mia Farrow, Jordan Gelber, Aasif Mandvi. Genere Drammatico - USA, 2011, durata 84 minuti.

 

CINICA E SOBRIA COMMEDIA IPERREALISTA DOTATA DI UNA TRISTEZZA SFERZANTE.

 

Abe è un bambinone trentenne, che colleziona action figures dei fumetti e lavora nell'ufficio del padre, dove la segretaria lo coccola e lo solleva da qualsiasi responsabilità, proprio come fa la madre tra le mura domestiche. In occasione di un matrimonio, Abe conosce per caso Miranda, una bella ragazza ancora sotto il tetto parentale, che dopo solo un paio di incontri accetta clamorosamente di sposarlo. Ma questo è un film di Todd Solondz e i giovani non sono carini e non finiscono felici e contenti come a Hollywood.

Eppure Dark Horse è anche una commedia, per le tante risate che strappa, ma naturalmente una commedia di una tristezza sferzante, perché la visione del mondo di Solondz è complessa come poche ed è in questa profondità che sta il suo iperrealismo, molto più che nell'estetica.

(mymovies, recensione di Marianna Cappi) 

 

 

Venerdì 14 ottobre 21.30

LITTLE FEET

Regia di Alexandre Rockwell. Un film con Rene Cuante-Bautista, Lana Rockwell, Nico Rockwell. Genere Documentario - USA, 2013, durata 60 minuti.

 

Il film risolutamente "indie" di uno dei capofila del rinnovamento del cinema americano.

 

Lana ha sette anni e si occupa di suo fratello Nico che ne ha quattro. Il loro passatempo preferito è guardare i loro pesciolini rossi nuotare nell'acquario. Una mattina, mentre si preparano per la scuola, Nico scopre che uno dei pesci galleggia a pancia in su. Decidono di tributargli un funerale acquatico.

(mymovies) 

 

Venerdì 21 ottobre 21.30

BALLAST

Regia di Lance Hammer. Un film con Micheal J. Smith Sr., JimMyron Ross, Tarra Riggs, Johnny McPhai. Genere Drammatico - USA, 2007, durata 96 minuti.

 

RITRATTO DI UMANITÀ DESOLATA IN STILE DARDENNE

 

Delta del Mississippi. James è un ragazzino di 12 che vive praticamente da solo per tutta la giornata. La madre, Marlee, lavora per una misera paga. Così il figlio finisce in un giro di piccoli delinquenti ai quali porta la droga con il suo motorino con l'esclusiva motivazione di essere accettato. Quando però le cose volgono al peggio e Marlee se ne accorge fugge con lui per cercare rifugio nell'abitazione a fianco di quella di Lawrence, un uomo che ha da poco tentato il suicidio. Mentre James vorrebbe fare amicizia con lui Marlee dimostra di conoscerlo e di provare per lui un rancore che finisce con il riemergere.

 (mymovies, recensione di Giancarlo Zappoli)

 

 

Venerdì 28 ottobre 21.30 

IN THE SOUP 

Regia di Alexandre Rockwell. Un film con Seymour Cassel, Steve Buscemi, Will Patton, Jennifer Beals, Pat Moya, Stanley Tucci. Genere Commedia - USA, 1992, durata 93 minuti.

 

UN MARE DI GUAI

 

Girato in bianco e nero e con connotazioni alla Jarmusch (che appare in un ruolo-cammeo con Carol Kane). Anche se nella seconda parte si sfilaccia un tantino, il film ha alcuni aspetti molto arguti. Adolpho vuole diventare regista cinematografico ma riesce a stento a sopravvivere e a pagare l'affitto dell'appartamento. Decide di fare un'inserzione per trovare qualcuno disposto a comprare la sua voluminosa sceneggiatura di circa 500 pagine. Trova un pazzo che sembra interessato. I guai sono appena cominciati.

(mymovies) 

 

Venerdì 4 novembre 21.30 

THE LAST BLACK MAN IN SAN FRANCISCO 

Regia di Joe Talbot. Un film con Jimmie Fails, Jonathan Majors, Danny Glover, Mike Epps, Tichina Arnold, Rob Morgan. Genere Drammatico - USA, 2019, durata 121 minuti.

 

ELEGIA, IN PARTE AUTOBIOGRAFICA, DI UNA CITTÀ CHE NON C'È PIÙ. UN'OPERA STRUGGENTE E CHE FA RIFLETTERE.

 

Jimmie e Mont sono due amici veri, uniti nel loro essere eccentrici rispetto agli altri afroamericani dello stesso quartiere di San Francisco.

 Della San Francisco del passato resta pochissimo, solo polvere di stelle, residuo di quando si sperava in un mondo migliore. Negli spiragli di una storia orgogliosamente black, infatti, fa capolino qualche stralcio di quella gloria antica, della "Summer of Love" 1967: "Somebody to Love" dei Jefferson Airplane - riproposta sotto forma di triviale remix techno - John Phillips oppure Janis Joplin, citata nel chiacchiericcio di due ragazze snob e strafottenti, per cui in fondo Frisco non è quel granché.

(mymovies,  Recensione di Emanuele Sacchi)

 

Venerdì 11 novembre 21.30 

TOO LATE

Regia di Dennis Hauck. Un film con John Hawkes, Crystal Reed, Robert Forster, Natalie Zea, Jeff Fahey, Joanna Cassidy. Genere Drammatico - USA, 2015, durata 107 minuti.

 

UN INVESTIGATORE PRIVATO MESSO ALLA PROVA.

 

Quando una giovane di nome Dorothy scompare, la sua famiglia, preoccupata, ingaggia l'investigatore privato Mel Sampson per scoprire cosa è successo. Vagando per Los Angeles alla ricerca di indizi, Sampson si rende conto di essere legato a quella vicenda più di quanto potesse immaginare. E così, più indaga nel passato di Dorothy, e più è costretto a confrontarsi con la propria vita.

(mymovies)

 

Venerdì 18 novembre 21.30 

SWEET THING

Regia di Alexandre Rockwell. Un film con Karyn Parsons, Will Patton, Steven Randazzo, Lana Rockwell, Nico Rockwell. Genere Drammatico - USA, 2020, durata 91 minuti.

 

UNA NUOVA VITA INDIPENDENTE

 

Per Billie e Nico, la vita con il padre è un giro sulle montagne russe di giocosità e disagio. Quando è in preda all'alcol, scorrono le lacrime e la loro apparentemente idilliaca vita familiare collassa. La loro madre, per lo più assente e irresponsabile, non è di grande aiuto. Ma la loro amicizia con Malik, un ragazzo dell'età di Billie, li libera da quelle catene. Insieme intraprendono un viaggio pieno di intensi momenti di libertà.

(mymovies)

Venerdì 25 novembre 21.30 

SHIRLEY

Regia di Josephine Decker. Un film con Elisabeth Moss, Michael Stuhlbarg, Steve Vinovich, Logan Lerman, Odessa Young. Genere Thriller - USA, 2020, durata 107 minuti.

 

ISPIRATO ALLA VITA DELLA SCRITTRICE SHIRLEY JACKSON.

 

Una giovane coppia composta da Shirley Jackson e il professore del Bennington College Stanley Hyman decide di trasferirsi per cominciare una nuova vita. I coniugi si trovano molto presto al centro di un intrigo che darà l'ispirazione alla scrittrice per il suo prossimo romanzo.

(mymovies)

 

Venerdì 2 dicembre 21.30 

Ms. Purple

Regia di Justin Chon. Un film con Tiffany Chu, Octavio Pisano, Jake Choi, Courtney Bandeko. Genere Drammatico – USA, 2019, durata 87 minuti.

 

The Ties That Bind (and Sometimes Strangle)

 

Kasie, una giovane che vive nel quartiere coreano di Los Angeles, lavora per tenere compagnia agli ubriachi clienti di un locale della città. Quando l'infermiera che cura il padre lascia il lavoro, Kasie si riconnette con il fratello Carey. Affronterà con lui un periodo di intensa riflessione mentre il genitore si avvicinerà alla morte.

(filmtv.it)

 

Venerdì 9 dicembre 21.30 

MADELINE'S MADELINE

 

Regia di Josephine Decker. Un film con Helena Howard, Jamal Batts, Blake Baumgartner, Felipe Bonilla, Julee Cerda. Genere Drammatico - USA, 2018, durata 94 minuti.

 

CINEMA IMMERSIVO ED ENERGETICO, DOVE IL RACCONTO DI FORMAZIONE ASSUME LA FORMA POTENTE E ORIGINALE DEL THRILLER PSICOLOGICO.

 

Madeline’s Madeline è un film concepito ad immagine e somiglianza della sua protagonista, senza un confine netto tra oggettività e soggettività della visione, tra teatro e cinema, messa in scena della performance e messa in scena tout court. Cinema immersivo, dunque, sperimentale, vitalissimo, fatto della materia di cui sono fatti i sogni, oltre che del loro stile. Ma anche thriller psicologico, declinato in chiave arthouse, che dialoga con i precedenti della regista americana, superandoli.

(mymovies, recensione di Marianna Cappi)

 

Venerdì 16 dicembre 21.30 

HALF NELSON

Regia di Ryan Fleck. Un film con Ryan Gosling, Anthony Mackie, Shareeka Epps, Monique Gabriela Curnen, Karen Chilton. Genere Drammatico - USA, 2006, durata 107 minuti.

 

NELL'AMICIZIA LA FORZA DI UN PICCOLO FILM INDIPENDENTE, GIRATO COME UN DOCUMENTARIO E CON DUE ATTORI STRAORDINARI.

 

Questo piccolo film indipendente tende a porre domande più che a dare risposte. Proprio come avviene nelle lezioni dell'insegnante protagonista, che sprona i suoi allievi a non recepire dogmi in maniera passiva, ma a mettere in gioco la propria intelligenza e il proprio spirito critico. Lezioni di storia e soprattutto di vita, di quelle che produrrebbero miracoli in contesti sociali condannati all'emarginazione.

(mymovies, recensione di Annalice Furfari)

Privacy Policy Cookie Policy