Home » RASSEGNE 2011 » OTTOBRE

OTTOBRE

OTTOBRE - cinemAnemico

DISPERSI A CASO
Rassegna di film che non ci hanno fatto vedere

 

venerdì 7 ottobre 21.30

 VIA VARSAVIA

(italiano)

Un film di Emiliano Cribari. Con Erika Renai, Alessandro Benvenuti, Marco Masini, Novello Novelli, Carlo Monni Drammatico, durata 85 min. - Italia 2006

In un piccolo teatro di Firenze va in scena uno spettacolo. Sul palco una sola attrice, Erika Renai nel ruolo di Francesca, condannata a morte per aver compiuto un atto di cannibalismo nei confronti del fratello quando si trovava in America. L'ultima ora della sua vita si trasforma così in una sorta di viaggio nel passato, nella coscienza, nella poesia, attraverso la lettura delle pagine di un diario e un dialogo continuo instaurato con il fratello morto che ormai porta dentro di sé.

venerdì 14 ottobre 21.30

 New York, I Love You

(inglese subtitle italiano)

Un film di Fatih Akin, Yvan Attal, Allen Hughes, Shunji Iwai, Jiang Wen, Scarlett Johansson, Shekhar Kapur, Joshua Marston, Mira Nair, Natalie Portman, Brett Ratner, Andrei Zvyagintsev. Con Shia LaBeouf, Natalie Portman, Hayden Christensen, Blake Lively, Orlando Bloom.

Drammatico, durata 110 min. - Francia, USA 2008.

Come non avveniva da tempo, grazie alla forza cosmopolitica del cinema, ci si ritrova avvolti nello stesso luogo da culture diverse tra loro. Spettatori da ogni parte d’Europa siedono l’uno accanto all’altro per assistere alla proiezione di questo New York, I love you. Si sente bisbigliare in tedesco, inglese, francese ed italiano, prima che cada definitivamente il silenzio per lasciare spazio alla sequenza d’apertura del film.

 

Seguendo il racconto, frammentato in undici cortometraggi diretti da undici registi diversi, possiamo immergerci nella vita notturna della city attraverso le linee sotterranee della metro, perderci nei sobborghi del ghetto, passeggiare al lento ritmo dei passi di una coppia di anziani innamorati e tornare ragazzi per partecipare alla classica prom night, il ballo di fine anno del liceo. Proprio come avviene tra le strade di New York, le storie di questo film si intrecciano in maniera inaspettata, ma molto realistica, senza forzature narrative o eventi troppo “da cinema”.

 

venerdì  21 ottobre 21. 30

Grey Gardens

(inglese- subtitle italiano)

 

Un film di Michael Sucsy. Con Drew Barrymore, Jessica Lange, Jeanne Tripplehorn, Daniel Baldwin, Justin Louis.

Drammatico, - USA 2009

Dopo essere cresciute a Park Avenue, Big Edie e Little Edie Bouvier Badle, rispettivamente la zia e la cugina di Jackie Kennedy, trovano un rifugio dalla vita mondana della frenetica New York ritirandosi a Grey Gardens, la loro residenza estiva di Long Island. Col passare del tempo le due donne perdono progressivamente il contatto col mondo esterno e con la realtà e diventano note a tutti solo come le eccentriche proprietarie di Grey Gardens. Le due donne rientrano loro malgrado in contatto col mondo dopo un'ispezione del ministero della salute nella loro casa: sarà Jackie Kennedy a correre in aiuto di Big Edie e Little Edie.

 

venerdì 28 ottobre 21.30

. shrink

 (inglese- subtitle italiano)

diretto da Jonas Pate e interpretato da Kevin Spacey, Mark Webber, Jack Huston, Laura Ramsey, Pell James, Keke Palmer, Dallas Roberts, Saffron Burrows, Robert Loggia, Robin Williams.

Prodotto nel 2009 in USA.

  Henry Carter è lo strizzacervelli delle star di Hollywood. Da lui passano attori, agenti e personaggi del mondo dello spettacolo per risolvere i loro problemi. Ma la vita di Henry non è così rosea come si possa pensare.

Shrink, in inglese, significa strizzacervelli. Ma il verbo da cui deriva questo vocabolo, to shrink, vuol anche dire sfuggire, evitare qualcosa. Il personaggio di Kevin Spacey in questo film fa entrambe le cose: è uno psichiatra, e si rinchiude nei problemi degli altri per evitare di concentrarsi sui propri. È lo strizzacervelli delle star di Hollywood, è uno scrittore di successo, ha una villa con piscina sulle colline di Los Angeles. Ma in realtà la persona che più ha bisogno di aiuto è proprio lui, e confidarsi con uno spacciatore che pare la brutta copia di Matt Damon servirà a ben poco. Trovare la felicità è infatti semplicemente una possibilità concessa dal destino che, si sa, è imprevedibile. Questa, in sintesi, la tematica trattata dal terzo film di Jonas Pate, che torna al cinema dopo più di dieci anni di regie televisive. Il quarantenne regista americano passa così da La donna bionica e Battlestar Galattica 

a un film intimista sui problemi delle star di Hollywood.